A cena con l'Autore 2024.

Il programma della stagione

1/2/20243 min leggere

Una volta al mese, infrasettimanale, ti invitiamo a partecipare alle nostre cene speciali «Con la Cultura (non) si Mangia». Accompagnati da autori di libri curiosi e storie avvincenti, potrai gustare piatti prelibati mentre ascolti racconti intriganti.

Dopo il successo della stagione d’esordio, ecco la nuova edizione della nostra rassegna culturale. Ci prepariamo ad alzare il sipario - e ad intrecciare portate culinarie a tema - su una serie di eventi che si terranno con cadenza mensile da gennaio a maggio del 2024: “Con Adriana Rasera, coordinatrice e conduttrice delle serate, abbiamo pensato - spiega Sauro Spagnol, guest relations manager - a un calendario variegato e di alto livello, sia per gli argomenti trattati che per lo spessore culturale degli ospiti che presenteranno storie curiose, intriganti e sconosciute ai più. Si tratta di un vero e proprio convivio, perché i commensali si troveranno coinvolti in un clima disteso e intimo”.

Ad aprire il cartellone, martedì 23 gennaio 2024, a partire dalle ore 20:00, saranno Eugenio Dal Prà e Marco Marconato, appassionati di storia locale, che affronteranno il tema legato alla tragedia del Vajont. Prendendo le mosse dal libro “Dino e il leccio”, scritto a quattro mani, gli autori passeranno in rassegna le storie e le memorie di una tragedia annunciata che ha visto protagonista anche la comunità di Caerano di San Marco che, in quel terribile 9 ottobre del 1963, ha perso 31 persone, 9 dipendenti della succursale di Longarone della Filatura del Piave con i loro familiari, in gran parte bambini.

Giovedì 1° febbraio sarà la volta di Canal il Canal, «influencer e vendemmiattore» come scherzosamente si definisce. Nel corso della serata Nicola Canal ripercorrerà le tappe salienti della sua vita artistica e professionale, partendo dall’idea vincente che lo ha portato a scegliere come tratto distintivo della sua comicità la cantilena del dialetto veneto. Dopo aver studiato all’Accademia d’arte drammatica di Udine ha trovato la sua strada sulla rete dove vanta centinaia di migliaia di followers che lo seguono per la sua capacità di divertire con intelligenza, dosando sarcasmo e ironia.

Martedì 19 marzo, incontro con Sergio Tazzer su "Vino e dintorni". Giornalista e saggista, è stato direttore della sede regionale RAI del Veneto, capo della redazione giornalistica per il Trentino, responsabile dell'agenzia nazionale della TGR a Roma. Ha pubblicato una trentina di libri a tema storico. Fresco di stampa il volume “Il vino dei monasteri, delle abbazie e dei conventi. Da San Benedetto ad oggi” che presenterà in anteprima. Mercoledì 17 aprile un felice ritorno, Alessandro Marzo Magno con il suo "Casanova", biografia di un protagonista indiscusso del Settecento europeo; nei 73 anni della sua vita ha viaggiato in tutta Europa, ha incontrato ben dodici sovrani regnanti, attori, intellettuali e musicisti, finendo nelle celle di cinque diverse carceri - evade rocambolescamente dai piombi di Venezia. Marzo Magno ne ripercorrerà le gesta: il gioco d’azzardo, il buon cibo, lo spionaggio, la massoneria e naturalmente le donne. Infine mercoledì 15 maggio, Alberto Raffaelli, già preside della Scuola professionale di Ristorazione DIEFFE di Valdobbiadene e ideatore del Festival Nazionale dell’Innovazione Scolastica. È autore dei romanzi gialli “Il maestro vetraio”, “Delitto al Caffè Pedrocchi” - record di vendite - e “L’Osteria senz’oste” - recentemente oggetto di una riedizione - che hanno come protagonista il viceispettore Zanca, il «Maigret di Valdobbiadene». Tre noir appassionanti che si dipanano in tre diverse città alle quali l’autore è stato particolarmente legato: Valdobbiadene, Venezia e Padova. In filigrana compare il Nord Est, con la sua gente laboriosa ed il suo tessuto in continua e rapida trasformazione.

“Saranno serate indimenticabili - aggiunge Sauro Spagnol - pensate per intrattenere e divertire, aperte ad un pubblico eterogeneo che ricerca emozioni per tutti i sensi. Con il piacere della conversazione offriamo infatti storie ed esperienze vita vissuta e, non ultimo, piatti freschi inseriti in un menù dedicato e disegnato appositamente per la serata”. L’ingresso è libero.

Con Adriana Rasera, che condurrà le serate e alla quale abbiamo affidato la direzione della rassegna, e stilato un programma molto interessante per i nomi proposti e per gli argomenti trattati, presentiamo una rassegna cultural-gastronomica per smentire quel ministro che asseriva che «con la cultura non si mangia»; al V, con la cultura, si mangia eccome! E bene.

Adriana Rasera. Giornalista e docente di tecniche di comunicazione multimediale. È stata per oltre vent’anni direttore di testata giornalistica televisiva. Collabora inoltre con il quotidiano “la tribuna di Treviso”.

Ha ricevuto nel 2007 e 2008 il “Premio di qualità per l’informazione locale” conferito dall’Ass. Aeranti.

È consulente per attività di comunicazione e relazioni esterne. Ha fondato l’associazione spontanea denominata “Circolo Letterario di Valdobbiadene”.